SUN Salone Internazionale dell’Esterno

SUN Salone Internazionale dell’Esterno
Rimini Fiera, 27° Salone Internazionale dell’Esterno
dal 8 al 10 ottobre 2009
Progetto by Silvio De Ponte | DPSA+D con la collaborazione Marco Vincenzi

-

DA NIDO A GUSCIO. Illuminare all’aria aperta

Il progetto
Il focus dell’attività di quest’anno si concentra sullo studio e la progettazione di corpi illuminanti per esterno, dotati di caratteristiche importanti quali la sostenibilità e l’uso di fonti energetiche rinnovabili.
Illuminazioni che possano avere anche una seconda funzione di arredo.

Partecipanti
10 designer ad invito, ciascuno affiancato da una azienda.

Tema
L’illuminazione per esterno con le seguenti caratteristiche:
Materiali sostenibili
Uso di fonti energetiche rinnovabili
Design che si integri con l’ambiente circostante

Mostra
In occasione della prossima edizione del Sun di Rimini, verranno esposti i prototipi realizzati dai designer in collaborazione con le aziende. La mostra permetterà di ambientare ciascun progetto all’interno di una scenografia realistica, disponendo all’interno dello spazio case prefabbricate e case da giardino prefabbricate attorno alle quali troveranno spazio i singoli prototipi. Questa contestualizzazione permetterà di apprezzare e valorizzare in modo più immediato ciascuna realizzazione.

DA NIDO A GUSCIO. Il progetto nel dettaglio

Questa iniziativa nasce dalla volontà di stimolare la progettazione in ambiti particolari  e spesso trascurati dell’arredo per esterni.
Alla prima edizione a concorso, basata su tavole di progetto e portata a termine in occasione di Sun 2007, è seguita dall’edizione 2008 una formula ad invito che permettesse ai designer non solo di pensare ad un prodotto innovativo, ma anche di entrare già nella fase di prototipazione grazie alla collaborazione diretta con le aziende.
Dopo il focus sull’arredo per esterni dedicato agli spazi collettivi, per l’edizione 2009 si vuole porre l’accento sull’illuminazione degli spazi esterni, siano essi privati o pubblici.

Aumenta infatti il desiderio di usufruire dello spazio all’aperto anche in orari serali, in situazioni conviviali o intime, e questo richiede una illuminazione adeguata non solo dal punto di vista estetico e formale, ma anche dal punto di vista dei contenuti tecnologici e della sostenibilità.
I designer e le aziende coinvolti nell’iniziativa sono invitati a sviluppare un prototipo che risponda a queste caratteristiche:

illuminazione a basso consumo energetico
sfruttamento delle risorse energetiche naturali
uso di materiali riciclabili
alta resistenza alle intemperie
trasformazione attraverso l’uso di luci diverse (per situazioni intime o conviviali) o attraverso una doppia funzione (affiancando l’illuminazione ad un altro uso)
facile installazione e manutenzione.

L’iniziativa vedrà lavorare 10 designer invitati da Ottagono – Sun a realizzare un progetto di iluminazione per esterni che soddisfi le richieste incluse nella presentazione. Sarà compito del designer identificare un’azienda con cui portare avanti il progetto studiato e realizzare un prototipo da presentare in occasione della manifestazione fieristica.

Press Office
DPSA+D | Raffaella Fargion press@depontestudio.com +39 347 9050062

facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedin

SENSORY ROOM. Good Design Hotel, Sia Guest Rimini 2009

SIA GUEST Rimini Fiera, 59° Salone Internazionale dell’Accoglienza
Progetto by Silvio De Ponte | DPSA+D
con la collaborazione di Andrea Intorrella e Marco Vincenzi

dal 21 al 24 novembre 2009
SIA TREND PAD. A5
Via Emilia 155 – Rimini

-

Silvio De Ponte, durante la 59^ edizione di SIA Guest Salone Internazionale dell´Accoglienza, presenterà al pubblico il progetto di Camara 4 stelle, “Sensory Room”. L’idea è quella di fornire al visitatore innovative chiavi di lettura al concetto di abitare, inteso non soltanto come puro spazio attrezzato e tecnologicamente evoluto ma anche come spazio composto da una membrana sensibile ed intelligente. Questo permette di esprimere valori di qualità percettive secondo un rapporto tra materia e luce e tra qualità immateriali e superfici fisiche creando un’interazione tra uomo, spazio e tecnologia. Queste qualità si manifestano in 3 zone distinte: “l’area del dormire”, ”l’area del relax”, “l’area della cura di sè”.

Nasce un concetto nuovo di camera, non più un luogo di passaggio, uno spazio momentaneo ed effimero dell’uomo, ma un ambiente in cui vivere, in cui lavorare, mangiare, avere cura di sé e del proprio corpo. Nell’”area del dormire” le varie funzioni (tavolo, armadio, cassettiera e contenitori vari) che all’interno di una camera di hotel vengono sparse nello spazio, qui sono concentrate in due pareti attrezzate e multifunzionali articolate in pieni e vuoti, textures, strutture visive che definiscono il carattere essenziale del progetto. Nell’”area del relax” il concetto di accoglienza si esprime attraverso un sistema di seduta innovativo destinato a soddisfare innumerevoli esigenze nel massimo del confort. Infine, nell’ultima area si esalta la natura del progetto e dell’interazione tra luce, materia e corpo grazie alla presenza di richiami olfattivi, cromatici, estetici ed ecologici.

Silvio De Ponte propone atmosfere emozionali sintesi del processo di evoluzione tra luce e materia. La forma dello spazio, degli oggetti e la luce stessa accompagnano il visitatore verso un percorso dove la percezione
della luminosità e della spazialità crea una visione armonica e innovativa dell’ambiente.

Press Office
DPSA+D | Raffaella Fargion press@depontestudio.com +39 347 9050062

Scarica il Comunicato Stampa
SENSORY ROOM. Good Design Hotel | DPSA+D | Comunicato Stampa

Scarica i Protagonisti di Good Design Hotel
SIA GUEST Good Design Hotel | I Protagonisti

facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedin